| select language:
Ceramiche
Anche i materiali in ceramica possono avere in parte degli effetti dannosi sull'organismo. L’ossido di alluminio è un componente principale della ceramica, con percentuali che raggiungono l’80%. È stato possibile rilevare presenza di alluminio anche nel cervello. In combinazione col mercurio, tale elemento viene correlato alla malattia di Alzheimer.
I collanti e gli agenti leganti nella ceramica pressata hanno in parte delle proprietà in grado scatenare delle allergie e altre proprietà tossiche. Inoltre la ceramica feldspatica è radioattiva.
Con l’aiuto del Test della trasformazione dei linfociti - LTT, o del più specifico Test di immunotolleranza ITT è possibile dimostrare, con il sangue del paziente, se c’è una reazione individuale del sistema immunitario indotta dalle ceramiche impiegate.
Zirconia
Zirconia o ossido di zirconio è una ceramica ad alte prestazioni che viene usata come materiale per impianti e per la riabilitazione orale sostituendo il metallo. Le nostre misurazioni della radioattività non hanno mostrato nessun aumento della radioattività dello zirconia da noi usato in confronto alla radiottività normale dell'osso umano.
Dobbiamo anche chiarire che la materia prima dello zirconia si trova anche nelle spiagge bianche dello Sri Lanka dove un aumento di radioattività vietrerebbe l`accesibilità a queste spiagge turistiche.
Per il suo colore bianco simile al dente lo zirconia è esteticamente superiore alle leghe metalliche sopratutto in aree estetiche come il bordo vicino alla gengiva e nei denti anteriori. A differenza di metalli e leghe metalliche non si forma corrosione, anche se si consumano dei cibi agrodolci. In più il zirconia non è un termoconduttore e così non irrita il nervo del dente.
Il modulo di elasticità è simile alla molla di acciaio duro usato per i ganci delle protesi (dato che e il più elastico delle leghe usate in bocca) e ci permette di eseguire dei ponti di travata lunga.
Sulla superficie liscia non è facile per i batteri attaccarsi, cosi è anche una prevenzione per la carie secondaria o per una infiammazione attorno agli impianti la cosidetta periimplantite. Al contrario del Titanio, non viene aggredita e alterata dal Fluoro usato communemente nei gel o nei dentifrici per l`igene orale e la prevenzione della carie.