| select language:
Diagnostica speciale dei metalli e delle tossine
Misurazione della tensione
Tutte le leghe metalliche nel cavo orale si corrodono col tempo. Le leggere tensioni elettriche che ne derivano possono essere misurate con l’aiuto di elettrodi speciali brevettati al carbonio. Si utilizza il carbonio perché non ha tensione propria.

Test della saliva con gomma da masticare
Il test della saliva con gomma da masticare stabilisce l’abrasione dei metalli pesanti presenti in bocca, che avviene masticando una normale gomma quotidianamente. Inoltre viene raccolta la saliva durante 10 minuti di masticazione della gomma.

Test di chelazione DMSA
Con il test di chelazione DMSA vengono testati i depositi di metalli pesanti. Dopo l’assunzione orale di DMSA vengono raccolte le urine e le feci e vengono analizzate, per trovare eventuali metalli pesanti usati nell’odontoiatria. Se i pazienti non tollerano DMSA o DMPS, possiamo analizzare la presenza di mercurio e di metalli pesanti con un’analisi dei capelli.

Biopsie
Le biopsie del tessuto orale mostrano la presenza e la concentrazione dei metalli nei tessuti. Le biopsie vengono prelevate in anestesia locale. In alternativa nei pazienti con allergie e intolleranze multiple, nei quali non è possibile effettuare una biopsia, si possono eseguire le analisi minerali del capello.

Esame della formaldeide
In qualità di uno dei primi studi medici in assoluto, già da venti anni abbiamo fatto vedere come sia possibile trovare della formaldeide cancerogena nelle ossa e nella radice dentale. Prima di allora si credeva che si potessero esaminare solo i prodotti di disintegrazione, l'acido formico e l'alcol metilico. Per l’esame della formaldeide inviamo in laboratorio delle biopsie dell'osso con infiammazione cronica o delle radici dei denti in provette sterili. In questi campioni viene ricercata la formaldeide.