| select language:
Ortopanoramica
Per valutare i vostri denti e l'osso mascellare, abbiamo bisogno di una panoramica dentaria. Essa fornisce una panoramica bidimensionale dei denti e dell’osso mascellare. La radiografia non deve essere più vecchia di 3 mesi. In questi ultimi 3 mesi non dovrebbe esserci stato nessun trattamento odontoiatrico.
immagine di esempio dell'ortopanoramica
Quali informazioni sulla vostra mascella può fornire un’ortopanoramica?

- Segnali di focolai di infiammazioni croniche o acute
- Deposito di metalli pesanti attorno alle radici dentali struttura ossea
- Degenerazione grassa a causa di intossicazione con solventi, pesticidi e altre tossine ambientali
- Alveoli dentali non guariti del tutto, osso mascellare con infiammazione cronica
- Tasca ossea e arretramento dell'osso in presenza di patologia gengivale
- Disgregazione ossea attorno all'impianto
- Posizione dei denti inclusi nell'osso
- cure canalari, trattamenti endodontici
- Cisti e granulomi della radice (infiammazione cronica e incapsulata nella radice dentale)
- Corpi esterni, frammenti metallici o residui di radice dopo l'estrazione
Tomografia digitale computerizzata a raggio conico (CBCT):

La tomografia digitale computerizzata a raggio conico (CBCT), fornisce un'immagine tridimensionale del vostro cavo orale. Mentre l’ortopantomografia ha una capacità diagnostica circa del 50%, la CBCT mostra l'esatta posizione e dimensione dei cambiamenti patologici in tutte e tre le dimensioni. L'esposizione alle radiazioni è paragonabile a quella di un’ortopanoramica.

Con la CBCT tridimensionale è possibile individuare:
- Localizzazione e percorso del nervo mandibolare con eventuali diramazioni laterali
- Localizzazione e dimensione dell'osso al pavimento del seno mascellare
- Deposito di metalli pesanti attorno alle radici dentali
- Degenerazione grassa dell'osso dovuta ad un’intossicazione causata da solventi o pesticidi
- Alveoli dentali non guariti del tutto, parti di osso mascellare con infiammazione cronica
- Tasca ossea profonda e arretramento generale dell'osso in presenza di patologia gengivale
- Disgregazione ossea attorno all'impianto
- Posizione dei denti inclusi e in soprannumero denti aggiuntivi
- Otturazioni della radice incomplete o eccessive
- Cisti e granulomi della radice (infiammazione cronica e incapsulata nella radice dentale)
- Corpi esterni, frammenti metallici o residui di radice dopo le estrazioni

Inoltre è possibile valutare:
- Seni frontali (terzo inferiore), cellule etmoidali, seno sfenoidale, seno mascellare, fossa nasale
- Articolazione mascellare (modifiche degenerative)
- Prime tre vertebre cervicali
- Struttura, e spessore osseo in 3-D, per la pianificazione dell'impianto
Scansione nelle 3 dimensioni
Referto dell'articolazione mascellare
Referto sugli esiti patologici