| select language:
Riabilitazione orale
Dopo aver rimosso i materiali e batteri dannosi e dopo aver effettuato una terapia di disintossicazione individuale, possiamo ricercare dei materiali adatti a voi per ripristinare il dente dal punto di vista funzionale ed estetico. Noi utilizziamo soltanto materiali privi di metalli, per evitare ulteriori processi di corrosione e nuove intossicazioni del vostro corpo.

Capsule singole e otturazioni
Per le capsule singole e le otturazioni utilizziamo le ceramiche rivestite con alta percentuale di ossido di silicio e basse percentuali di ossido di alluminio. Non vengono utilizzate le ceramiche feldspatiche in quanto sono radioattive, anche se in piccole percentuali rilevabili.

Ponti
I ponti per sostituire fino a 4 denti vengono realizzati con una sottostruttura minerale composta da ossido di zirconio. Ciò offre due vantaggi. Da un lato non si è esposti ad intossicazioni da metalli o corrosioni e dall’altro si ha un vantaggio ottico a livello estetico. Poiché non si intravede nessuna sottostruttura metallica viene riprodotta una trasparenza come se fosse un dente naturale. In questo caso la ceramica ad alto contenuto di silicio non viene pressata, ma viene cotta a strati più volte.

Impianti
Anche per gli impianti utilizziamo un minerale, l’ossido di zirconio. Vengono usati degli impianti bifasi. Se l'osso mascellare lo consente, posizioniamo gli impianti in maniera mini-invasiva con l’aiuto della dima e senza aprire e scollare la gengiva. Se lo spessore e la consistenza dell’osso sono buone è possibile caricare l`impianto immediatamente, dopo l`inserzione con un elemento provvisorio. Negli altri casi è possibile far guarire l’impianto sommerso sotto la gengiva senza esercitare il carico masticatorio. Se la dimensione dell’osso non è sufficiente, per inserire un impianto in una prima operazione l’osso viene ricostruito o ispessito con l`aiuto di cellule staminali adulte autologhe e con dei materiali sintetici riassorbibili individualmente, testati per la loro compatibilità.

Realizzazione di protesi scheletriche e capsule telescopiche
Per la realizzazione di protesi scheletriche, capsule telescopiche ed attacchi, si utilizza la resina acetalica, nylon e resine prive di monomeri. Esse vengono inoltre trattate per minimizzare un possibile rilascio di sostanze dannose.
Naturalmente, anche qui vengono utilizzati materiali che prima vengono testati in relazione alla tollerabilità individuale.

Posizione della mascella e della mandibola nella chiusura - occlusione nella masticazione – articolazione
Se bisogna correggere l’altezza del morso, la chiusura mascellare e/o il movimento di masticazione, bisogna prestare attenzione ai materiali tollerati, anche durante la riabilitazione protesica. Inoltre bisogna considerare le correlazioni fra l’articolazione temporo-mandibolare, la colonna vertebrale e la postura del corpo, per evitare o eliminare i sintomi e i disturbi legati all’articolazione mascellare.